A+ A A-

11 Febbraio 1858 iniziano le apparizioni della Madonna a LOURDES

Giovedì  11 febbraio 1858, Bernadette Soubirous mentre raccoglieva legna vicino alla grotta di Massabielle, assieme alla sorella e a un’amica, sentì un soffio di vento intorno a lei, nonostante fosse una  giornata calma.

Poco dopo sentì di nuovo quel soffio, guardò verso la grotta e vide un  cespuglio di rose  e in piedi sopra di esso, una bella giovane, circondata da una luce brillante e da una nube d’oro, che le sorrideva con le braccia protese verso di lei.

Istintivamente Bernadette tirò fuori il rosario, ma non riuscì a sollevare la mano per farsi il segno della croce.  Solo quando  la bella giovane  si fu benedetta, con grande solennità, con il proprio rosario, Bernadette riuscì a imitarla e a recitare il rosario; a quel punto, l’apparizione le fece cenno di avvicinarsi.  

Bernadette non si mosse e la giovane le sorrise prima di retrocedere nella nicchia, dove la luce dorata che la circondava scomparve".
(Tratto da Donald Anthony Foley, Apparizione Mariane, ediz. Gribaudi, Milano 2004)


Il 18 febbraio
, alla richiesta di Bernadette di scriverle su un foglio il suo nome,la Madonna con un sorriso le disse:  Non è necessario... volete avere  la cortesia di venire quì  per quindici giorni? “ (Bernadette rispose di si)
Non  vi prometto  di farvi felice in questo mondo, ma nell’altro“.

Il 21 febbraio, le affidò una missione “Prega per i peccatori” le disse,
guardando gli  spettatori presenti con tristezza.

Il 25 febbraio, Bernadette, su invito della Madonna, avanzò verso il fondo della grotta e si mise a scavare la terra e bere l’acqua fangosa e a mangiare le foglie
di  una pianta  che si t rovava la,  quindi  ripetè le parole dette dalla MadonnaPenitenza! Penitenza! Penitenza!”   Bernadette disse che la Signora le aveva dato istruzioni di “andare a bere alla fonte e lavarvisi”.

Il 27 febbraio, a Bernadette fu chiesto di baciare il suolo  in segno di penitenzaper i peccatori e le disse:Di ai sacerdoti di far costruire una cappella qui”.
(Nel frattempo la sorgente inizialmente irrisoria si ingrossò e iniziarono ad avvenire numerose guarigioni prodigiose e inspiegabili dalla scienza).

Il 3 marzo, alla presenza di 3000 persone, la  Madonna non si fece  vedere e spiegò a Bernadette: C’erano delle persone che volevano vedere il tuo  viso in mia presenza  e non  ne erano degne.   Hanno trascorso la notte alla grotta profanandola“.

Il 25 marzo (festa dell’Annunciazione) alla domanda di Bernadette di dirgli il proprio nome, alla quarta volta la Madonna stese le braccia assumendo la po-
sizione raffigurata sulla Medaglia Miracolosa, per poi congiungerle sul petto  e, guardando il cielo disse: Io sono l’Immacolata  Concezione”.

(Donald A. Foley, Apparizione Mariane, Milano 2004)

Il riconoscimento delle apparizioni

“Noi riteniamo che Maria Immacolata,
Madre di Dio, è realmente apparsa a
Bernadette Soubirous l’11 febbraio
1858 e nei giorni successivi, per 18
volte, nella grotta di Massabielle,
vicino alla città di Lourdes; che questa
apparizione possiede tutti i segni
distintivi della verità e che fedeli sono
giustificati nel considerarla certa“.

   Gennaio 1862, ...il Vescovo

 

 Una delle vasche dove si immergono gli ammalati

 

 

.......................

I Miracoli e le Guarigioni
Per 66 volte la Chiesa ha riconosciuto avvenuta una
guarigione miracolosa, attestando che essa è stata
ottenuta per intercessione della Beata Vergine Maria
venerata come Nostra Signora di Lourdes.  Ma se
consideriamo la distinzione tra “guarigioni
scientificamente inspiegabili“ e ”miracoli”, le prime
sono ormai decine di migliaia.  
Il numero di miracoli appare dunque  assai inferiore
alla realtà di ciò che successe e succede  tuttora a 
Lourdes; ma è comunque tale da confermare con
ampiezza  quel carattere di scandalo per la ragione
umana che è  Lourdes.

Il giusto accento messo in questi anni su Lourdes 
come “clinica dell’anima”, non ha cancellato una 
realtà misteriosa: l’essere anche una “clinica del
corpo”, un luogo di guarigione fisica“.

.(Vittorio Messori, Ipotesi su Maria, Ares 2005)

Pensando alle parole della Vergine a Bernadette:

Non vi prometto di farvi felice in questo mondo, ma nell’altro”  confermano la realtà e la speranza nella vita eterna .

L’autodefinizione che Maria da di se stessa  “Io sono l’Immacolata Concezione“, ribadendo il dogma definito dal Papa 4 anni prima, conferma che la Chiesa è assistita da Dio.

Il  “Pregherete  Dio per i peccatori ” esprime tre  verità:
1)  C’è un Dio misericordioso che può essere smosso dalla preghiera.
2)  La realtà la comunione dei santi, per la quale ciascuno può intercedere per gli altri.
3)  L’esistenza e la negatività del peccato.

E quando l’Immacolata esorta:
Andate a dire ai preti che vengano qui in processione e che qui si costruisca una cappella“,
non ribadisce forse la verità della Chiesa, la legittimità e le prerogative privilegiate del clero,  la necessità del culto liturgico  e  in genere delle manifestazioni di devozione pubblica?
    (V. Messori)

 L’ultima  apparizione  a Lourdes è il 16 luglio festa della Madonna del Carmelo... è una devozione  in cui la Madonna è l’esempio e la via per  giungere  all’intimità  profonda con Dio... Il sorriso che la Madonna rivolge  a  Bernadette è un segno di speranza: se Maria ci sorride, significa che siamo cari al suo cuore. Se  lei  si rivolge a  noi con  il volto corrucciato, ma con  gesto  di dolce accoglienza, vuol  dire che il cielo non si è sdegnato e che Dio non si è stancato di usarci  misericordia“. 

(L. Fanzaga, La firma di Maria, 2005)